9 Aprile 2024

Valorizziamo le risorse umane, insieme

Nell’attuale mercato del lavoro l’imprenditore deve essere consapevole dell’esistenza di un pacchetto di “fringe benefit”, ovvero di azioni finalizzate ad attrarre e mantenere i talenti all’interno dell’organizzazione.

Come consulente del lavoro ci tengo molto a sottolineare l’efficacia dei questi strumenti che oltre la compensazione economica rappresentano una leva strategica per aumentare il benessere dei dipendenti e quindi la produttività aziendale.

Come possiamo aiutare l’imprenditore a valorizzare le risorse umane?

Ci sono una serie di azioni che possiamo intraprendere, fondamentale sempre il ruolo del consulente del lavoro che, dopo una prima riunione con i soci ed i dipendenti, predisponga un piano di welfare “su misura”, perché ogni realtà imprenditoriale è diversa dalle altre e le dinamiche tra i vari comparti aziendali sono delicate e meritano attenzione.

Tra le azioni principali ricordiamo:

  1. Salute e Benessere, introducendo polizze sanitarie private che coprono quei trattamenti non ricompresi nel sistema sanitario nazionale: l’azienda può infatti stipulare un contratto ad hoc con una compagnia di assicurazioni per coprire visite specialistiche o interventi non urgenti oppure stipulare una convenzione con una palestra per una condizione riservata ai propri dipendenti, dimostrando interesse per il loro benessere psico-fisico.

  • Formazione e Coaching, investendo nella crescita professionale dei dipendenti grazie alla pianificazione di interventi formativi ad hoc e su misura, consentendo così di aumentare le loro competenze e valorizzare i talenti. Tutto al fine di creare un vero senso di appartenenza all’azienda, rafforzare la motivazione e rendere l’azienda più competitiva nel settore in cui opera.

  • Flessibilità Lavorativa, offrendo opzioni di lavoro che possano rispondere alle richieste di bilanciare la vita lavorativa con quella personale, il c.d. worklife balance, offrendo la possibilità di scegliere se lavorare in smart working e con un orario flessibile, concordando obiettivi e risultati con l’azienda per ridurre in certe situazioni lo stress e migliorare la produttività.

La valorizzazione delle risorse umane, come abbiamo visto è strategica per l’imprenditore ma gli aspetti sopra evidenziati sono alcuni degli strumenti di welfare che la legislazione ci offre.

Prima dello strumento dobbiamo metterci al tavolo per progettare insieme una strategia su misura,

crediamo infatti che solo con un rapporto di fiducia reciproca con il proprio Consulente del Lavoro che dedica del tempo di valore al proprio cliente, possiamo aiutare l’impresa a crescere insieme e pensare al futuro.